Avvistamenti UFO del mese di Dicembre 2018

Tutti gli avvistamenti di oggetti non identificati (UFO) più o meno ufficiali del mese di Dicembre 2018

Avvistamenti UFO Dicembre 2018
In questo articolo raccogliamo tutte le notizie e le segnalazioni riguardanti gli avvistamenti di oggetti non identificati (UFO) più o meno ufficiali del mese di Dicembre 2018.

Dei caccia sono decollati per intercettare un velivolo sconosciuto

Inghilterra – Lunedì 10 dicembre 2018 dei caccia intercettori Typhoon della RAF (Royal Air Force), sotto la procedura QRA (Quick Reaction Alert), sono decollati dalla base di Lossiemouth per intercettare un “velivolo sconosciuto“. Questi caccia sono dotati di missili aria-aria Meteor di ultima generazione.

Secondo il MoD (Ministero della Difesa britannico), la missione è stata intrapresa su avviso di “reazione rapida” e come “misura precauzionale“. La missione d’intercettazione è però fallita e i caccia sono rientrati alla base di Moray, nel nord-est della Scozia.

Secondo una testimonianza rilasciata su Hull Daily Mail, alle 16.30 circa, un “aereo misterioso” è stato avvistato ad est della città di Hull, proprio lo stesso giorno (ma qualche ora più tardi) in cui i caccia erano decollati. L’UFO era sospeso sopra la città, immobile e silenzioso. Aveva un corpo corto, ali enormi ed era privo di muso o coda. Poi è volato rapidamente via.

Articolo pubblicato dal sito web bbc.com e dal sito web hulldailymail.co.uk


La Duke University in North Carolina organizza corsi di studi sugli UFO

North Carolina, Stati Uniti – La Duke University è conosciuta per i suoi eccellenti programmi accademici e l’alto numero di studenti con borse di studio. Ora la prestigiosa università ha organizzato un corso sugli UFO insegnato da un professore di studi religiosi che è anche un noto ricercatore di UFO.

David J. Halperin, professore emerito di studi religiosi presso la University of North Carolina a Chapel Hill, ha detto: “Non è la prima volta che tengo un corso sugli UFO. Nel semestre primaverile del 1996, quando ero professore presso il Dipartimento di Studi Religiosi dell’UNC-Chapel Hill, ho tenuto un seminario intitolato “Special Topics in Mysticism: Heavenly Ascensions and UFO Abductions”. Uno dei miei colleghi lo definì indulgentemente “un corso divertente”. Non capiva. Qualunque cosa siano gli UFO, non sono divertenti“.

Il professor Halperin, dopo aver conseguito il dottorato di ricerca a Berkeley, ha insegnato studi giudaici nel Dipartimento di Studi Religiosi dell’UNC. Poi, spinto da un interesse particolare per le tradizioni religiose delle ascensioni celesti e dei viaggi ultraterreni, ha scritto 5 libri sul misticismo e il messianismo ebraico. Inoltre, è autore di un romanzo, “Journal of a UFO Investigator”, e di un libro di saggistica, “Intimate Alien: The Hidden Story of the UFO”, che uscirà nel 2020.

Articolo pubblicato dal sito web mysteriousuniverse.org


Gli ingredienti che avrebbero dato origine alla vita sulla Terra

Alcuni ricercatori di Harvard hanno analizzato l’RNA. L’RNA (Acido ribonucleico) è una macromolecola importantissima per gli esseri viventi. Negli anni ’60 fu ipotizzata una teoria secondo la quale le prime forme di vita si sarebbero potute basare esclusivamente sull’RNA. Poi, in una fase successiva si sarebbero evoluti il DNA e le Proteine presenti negli esseri viventi.

Da questa ricerca gli scienziati sarebbero riusciti a scoprire gli ingredienti che avrebbero dato origine alla vita sulla Terra: tra questi l’inosina.

L’inosina è un nucleoside composto da una molecola di ipoxantina legata ad un ribosio. Ricopre un ruolo fondamentale nella sintesi delle proteine, in particolare nella fase di processamento dell’RNA.

La ricerca è utile perché se si riuscissero ad identificare gli ingredienti e gli ambienti necessari a stimolare la vita spontanea sarebbe possibile scoprire pianeti con condizioni simili e quindi andare alla ricerca di nuove forme di vita.


Gli alieni potrebbero aver già visitato la Terra

Silvano P. Colombano (dell’Intelligent Systems Division della NASA), crede nella possibilità secondo cui gli alieni potrebbero aver già visitato la Terra.

Secondo l’esperto, la vita aliena potrebbe essere molto diversa dall’umanità a cui siamo abituati sulla Terra, la cui vita si basa sul carbonio. Altre forme di vita non basate sul carbonio potrebbero aver già visitato il nostro pianeta senza accorgercene perché impegnati a cercare forme di vita simili alla nostra.

In un documento presentato al Decoding Alien Intelligence Workshop, organizzato da Search for Extraterrestiral Intelligence, Colombano ha scritto:

Considerata la presenza abbastanza comune degli elementi che potrebbero essere coinvolti nell’origine della vita in tutto l’universo, è un’ipotesi ragionevole che la vita come noi la conosciamo fosse almeno un punto di inizio comune, ma la nostra forma di vita e la nostra intelligenza potrebbero essere solo un primo minuscolo passo di un’evoluzione continua che potrebbe produrre forme di intelligenza che siano di gran lunga superiori alla nostra e non più basate sul meccanismo del carbonio. Voglio semplicemente sottolineare il fatto che l’intelligenza che potremmo trovare e che potrebbe scegliere di trovarci (se non l’ha già fatto) potrebbe non essere affatto prodotta da organismi basati sul carbonio come noi. Dobbiamo rivedere anche le nostre più care supposizioni“.

Articolo pubblicato dal sito web meteoweb.eu


Donald Trump e le potenziali minacce extraterrestri

Nick Pope, che gestiva il progetto UFO del Ministero della Difesa britannico e soprannominato Fox Mulder per la sua ricerca ufficiale sugli UFO, ha raccontato che è impossibile credere che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump sia all’oscuro delle potenziali minacce extraterrestri.
Trump è a conoscenza del progetto segreto di ricerca sugli UFO del Pentagono AATIP (Advanced Identification Threat Identification Program). Ed è a conoscenza che l’US Armed Services Committee sta indagando sul denaro speso per il progetto AATIP.
Infine, è anche a conoscenza che un comitato del Senato sta indagando su un incidente del 2004 in cui piloti della Marina statunitense inseguirono e filmarono un oggetto bianco non identificabile a forma di “tic-tac” che viaggiava a “velocità da missile balistico” al largo delle coste del Messico.

Articolo pubblicato dal sito web thesun.co.uk