Star Wars 9 – L’ascesa di Skywalker

Star Wars 9 – L’ascesa di Skywalker (o Star Wars: Episodio IX – L’ascesa di Skywalker), l’ultimo capitolo della saga. Film diretto da J. J. Abrams

Star Wars 9
Star Wars 9 – L’ascesa di Skywalker (o Star Wars: Episodio IX – L’ascesa di Skywalker) è il film del 2019 diretto da J. J. Abrams. E’ l’ultimo capitolo della saga di Star Wars iniziata nel 1977.

Possiamo chiamarlo in tanti modi: Star Wars 9, Star Wars – L’ascesa di Skywalker, Star Wars: Episodio IX – L’ascesa di Skywalker, possiamo usare il titolo inglese Star Wars: The Rise of Skywalker, possiamo usare il titolo italiano Guerre Stellari, ma la sostanza non cambia: è l’ultimo capitolo della saga cinematografica creata da George Lucas.

La saga di Guerre Stellari è iniziata nel 1977 con: Episodio IV – Una nuova speranza. Poi sono seguiti, a distanza di 3 anni l’uno dall’altro, i film: L’Impero colpisce ancora (nel 1980) e Il ritorno dello Jedi (nel 1983). Successivamente (16 anni dopo), alla “Trilogia originale“, sono seguiti altri 3 film: La minaccia fantasma (1999), L’attacco dei cloni (2002) e La vendetta dei Sith (2005). Poi, nel 2012, in seguito all’acquisizione dei diritti della serie da parte della Walt Disney, è nata una nuova “Trilogia sequel“: Il risveglio della Forza (2015), Gli ultimi Jedi (2017) e L’ascesa di Skywalker (2019). Nel mezzo ci sono anche i film della serie Anthology: Rogue One: A Star Wars Story (2016) e Solo: A Star Wars Story (2018).

Star Wars 9 – L’ascesa di Skywalker

Star Wars 9 – L’ascesa di Skywalker è scritto da J. J. Abrams e Chris Terrio, prodotto da Lucasfilm e Bad Robot Productions e distribuito da Walt Disney Studios Motion Pictures.

La protagonista Daisy Ridley (nei panni della potentissima e misteriosa Jedi Rey) ha detto che “L’ascesa di Skywalker è, per la nuova trilogia di Star Wars, un finale molto degno. Spero che il pubblico sarà d’accordo. Sul set c’era un sentimento condiviso di gioia. Eravamo molto felici di quello che stavamo facendo. E penso che tutto questo si vedrà anche sullo schermo“. Ha aggiunto che “J.J. è la persona giusta per questo film, ed essendo anche un grandissimo fan di Star Wars con un’enorme conoscenza di base (della saga), sa collegare tutti gli elementi meravigliosamente“. E infine “Comprenderete la personalità intricata di Kylo e quella solitaria di Rey. Capirete tutti“.

L’attrice è rimasta toccata dal film anche a livello emotivo: “Qualcuno mi ha detto che sono stata forte per tutto il tempo. Ma ci sono state così tante lacrime. Ti coinvolge emozionalmente girare quelle scene, per ottime ragioni. E’ come fare un film con qualcuno che ami veramente. E’ stata dura. Se togli l’elemento dello spazio, si parla di persone che cercano il modo di affrontare e superare degli ostacoli veramente difficili. Si è di fronte a piccole e grandi storie emozionanti che sono tutte interconnesse e a un elemento centrale che attraverso una causa e un effetto si ripercuote su tutta la galassia“.

Adam Driver, in un’intervista pubblicata da Collider, ha detto che potremo “vedere veramente” Kylo Ren. “Forse c’è un momento… ma in realtà, ce nè sono molti. Ci sono molte scene che potrei scegliere. Diciamo che in questo film c’è almeno un buon momento in cui avrete modo di vederlo veramente.” Insomma, non saranno pochi i momenti in cui si andrà “oltre la maschera“.

Tra le cosiddette chicche c’è il ritorno di Billy Dee Williams nei panni di Lando Calrissian (uno dei personaggi icona della trilogia originale), Anthony Daniels (che fin dal primo film della trilogia originale, ha dato vita al robot C-3PO), Joonas Suotamo (che interpreta Chewbacca, l’imponente Wookie).

La troupe

Troveremo: John Williams (colonna sonora, come per i precedenti 8 film della saga), Dan Mindel (alla fotografia), Rick Carter e Kevin Jenkins (gli scenografi), Michael Kaplan (ai costumi), Neal Scanlan (per le creature e i droidi), Maryann Brandon e Stefan Grube (per il montaggio), Roger Guyett (per gli effetti visivi), Tommy Gormley (il primo assistente regista) e Victoria Mahoney (il regista di seconda unità).

Personaggi/Cast
  • Leia Organa (Carrie Fisher): la sorella gemella di Luke e generale della Resistenza.
  • Luke Skywalker (Mark Hamill): l’ultimo Jedi e maestro di Rey.
  • Kylo Ren (Adam Driver): Leader Supremo del Primo Ordine, figlio di Han Solo e Leia Organa.
  • Rey (Daisy Ridley): la giovane sensibile alla Forza addestrata da Luke Skywalker.
  • Finn (John Boyega): l’ex stormtrooper del Primo Ordine, ora combattente della Resistenza.
  • Poe Dameron (Oscar Isaac): il miglior pilota della Resistenza.
  • C-3PO (Anthony Daniels): il droide protocollare umanoide al servizio del generale Organa.
  • Jannah (Naomi Ackie): l’alleata della Resistenza.
  • Generale Hux (Domhnall Gleeson): il tirannico generale del Primo Ordine.
  • Generale Pryde (Richard E. Grant): il generale leader dell’esercito del Primo Ordine.
  • Maz Kanata (Lupita Nyong’o): l’anziana saggia aliena. Gestiva un locale su Takodana prima che venisse distrutto dal Primo Ordine.
  • Zorii Bliss (Keri Russell): il criminale mascherata.
  • Chewbecca (Joonas Suotamo): il Wookiee copilota del Millennium Falcon.
  • Rose Tico (Kelly Marie Tran): il membro della Resistenza che lavora nella manutenzione.
  • Palpatine / Darth Sidious (Ian McDiarmid): il malvagio despota del caduto Impero Galattico e signore dei Sith.
  • Lando Calrissian (Billy Dee Williams): l’ex contrabbandiere e generale dell’Alleanza Ribelle.
  • Tenente Connix (Billie Lourd).
  • R2-D2 (Jimmy Vee).
  • Temmin “Snap” Wexley (Greg Grunberg).
  • Soldato della Resistenza (Dominic Monaghan).
  • Wedge Antilles (Denis Lawson).
Trama

Dopo circa un anno dagli eventi de Gli ultimi Jedi, Rey si sta allenando sotto la guida del generale Leia Organa, per completare la sua istruzione di Jedi.

Intanto, Kylo Ren, il nuovo Leader Supremo, ha ottenuto un dispositivo che gli consente di raggiungere Exegol, un pianeta nascosto nelle Regioni Ignote dove da tempo si nasconde l’Imperatore Palpatine (che, grazie al lato oscuro della Forza, è mantenuto in uno stato di non-morte). L’Imperatore ha preparato un’immensa flotta di incrociatori stellari (ognuno dei quali è dotato di un’arma in grado di distruggere un pianeta) con la quale intende invadere la galassia e ripristinare il defunto Impero Galattico. Palpatine fa un patto con Ren: gli fornirà la flotta per farlo diventare il nuovo Imperatore, ma dovrà uccidere Rey.

Rey, Poe Dameron, Finn, C-3PO, BB-8 e Chewbecca partono alla ricerca del dispositivo gemello di quello rinvenuto da Kylo Ren, così da poter raggiungere il pianeta dove si nasconde Palpatine e sconfiggerlo. Il dispositivo viene rinvenuto a bordo dei rottami della distrutta seconda Morte Nera. Kylo Ren, sopraggiunto nel frattempo, se ne impossessa e lo distrugge.

Kylo Ren, mentre combatte contro Rey, le rivela la verità sulle proprie origini e da dove trae la propria Forza: Rey è la nipote di Palpatine, abbandonata all’età di 6 anni su Jakku dai suoi genitori che sono stati uccisi per averla protetta. Durante il duello, Leia chiama il figlio per farlo tornare al lato chiaro, morendo subito dopo. In quel momento Rey ferisce Kylo a morte, per poi guarirlo.

Rey sottrae il caccia TIE di Kylo Ren e si reca sul pianeta Ahch-To, dove intende isolarsi per non portare a compimento la profezia del nonno: regnare sul nuovo Impero Galattico insieme a Kylo Ren. Il fantasma di Forza di Luke Skywalker la convince a recarsi su Exegol per combattere Palpatine. Rey, usando il vecchio X-wing di Luke, invia le coordinate del pianeta anche alla Resistenza.

La flotta della Resistenza, dopo aver escogitato un piano per distruggere gli incrociatori stellari, raggiunge Exegol.

Palpatine cerca di convincere Rey a diventare un Sith per farne l’Imperatrice del nuovo Impero. Intanto, Ben Solo, ritornato al lato chiaro della Forza, arriva sul pianeta, sconfigge i suoi ex compagni (i Cavalieri di Ren), e si unisce a Rey per combattere l’Imperatore. L’Imperatore riesce a sopraffare i due, ne preleva l’energia vitale per rigenerarsi e attacca le astronavi della Resistenza.

Rey, ancora viva, si concentra per percepire le voci di tutti i precedenti Jedi esistiti. Costoro si uniscono a lei attraverso il potere della Forza. Unisce le spade laser di Anakin e Leia per farsi da scudo, e rigira contro il nonno i suoi stessi fulmini, vaporizzandolo.

A causa dell’immane sforzo Rey muore, ma Ben riesce a salvarla cedendole la propria forza vitale. Rey, felice che Ben sia tornato al lato chiaro della Forza, lo bacia ma poco dopo muore e scompare nella Forza.

Rey, dopo aver festeggiato la vittoria della Resistenza, si reca su Tatooine nella vecchia casa degli Skywalker. Seppellisce le spade laser di Anakin e Leia. Dopo aver visto i fantasmi di Forza di Luke e Leia e aver ottenuto la loro approvazione decide di assumere il cognome di “Skywalker“.

Critiche

Secondo la capa dei critici di Vox Emily VanDerWerff: “È di sicuro il film più deludente che ho visto quest’anno, e le mie aspettative erano già medio-basse“.

Il Guardian: “Ci viene dato poco tempo per pensare a quello che sta succedendo: la storia si muove molto rapidamente e le pause sono rare“.

The Verge: “È un film col tasto premuto costantemente sull’acceleratore, troppo occupato a spuntare da un elenco le cose da mostrare da permettere al pubblico di godersi i colpi di scena“.

Mike Ryan di Uproxx (un sito di news che si occupa di cultura pop) ha twittato dicendo: “è sicuramente il più contorto fra gli Star Wars“.

A.O. Scott, sul New York Times, ha scritto: “La lotta fra il bene e il male sembra più una rivalità sportiva fra due squadre i cui giorni migliori sono alle spalle, piuttosto che una battaglia di portata cosmica“.

Secondo altri critici è un film che funziona male, perché sono concentrate troppe storie in sole due ore e dieci di durata.

Curiosità

Il 14 dicembre, durante un evento dal vivo di Fortnite, è stata mostrata in anteprima una scena di Star Wars 9. All’interno del gioco è comparso il Millennium Falcon (l’astronave dei buoni di Star Wars) ed ha sorvolato una zona chiamata “Rapide rischiose”, inscenando uno scontro con dei caccia nemici. Poi, il Millennium Falcon è atterrato e dall’astronave è sceso l’avatar di J.J. Abrams, che ha presentato il film proiettando una scena su uno schermo virtuale.

L’Imperatore spiega a Kylo Ren di averlo influenzato per tutta la vita. Sono sue le “voci” che ha sentito per anni nella propria testa e che lo avevano convinto a passare al Lato Oscuro della Forza.

L’Imperatore spiega a Kylo Ren di avere “creato” Snoke, mostrandogli alcune vasche che contengono pezzi del corpo del vecchio leader Supremo. Quindi Snoke sarebbe un clone controllato dall’Imperatore.

Nel Primo Ordine molte donne ricoprono ruoli di rilievo. Ce ne sono fra i soldati di terra e nel Consiglio che assiste Kylo Ren nelle sue decisioni. Nei film precedenti, l’unica donna del Primo Ordine era Capitan Phasma, la comandante con l’armatura luccicante.

La nuova trilogia ha introdotto alcuni personaggi ispirandosi alla trilogia originale. Come il generale Pryde (interpretato da Richard Grant) che fa il vice di Kylo Ren. Nel primissimo film della saga era il comandante della Morte Nera (interpretato da Peter Cushing).

Per inserire il personaggio della principessa Leia (interpretata da Carrie Fisher, morta qualche anno fa) hanno utilizzato alcune scene girate per il settimo film e poi tagliate. Non è chiaro, però, come abbiano realizzato la scena in cui Leia si allena con la spada laser insieme a Luke.

Si scopre che Rey è la nipote dell’Imperatore, l’ultima discendente della famiglia Palpatine. Non si sa, però, che persone fossero i genitori di Rey né chi fosse la compagna di Sheev Palpatine.

Il ritorno di Harrison Ford nel ruolo di Han Solo, ucciso da Kylo Ren alla fine del settimo film. Ren lo “incontra” su Kef Bir, il pianeta che ospita i resti della seconda Morte Nera. Il dialogo è piuttosto breve. Verso la fine Kylo Ren lo chiama “papà“, e sembra voler aggiungere qualcosa ma Han Solo taglia corto e risponde “lo so“. La stessa battuta che il suo personaggio dice a Leia nel quinto film della saga. Harrison Ford, in una intervista, ha spiegato che fu lui a inventare la battuta.

Rey, prima di attaccare l’Imperatore, sente nella testa le voci di alcuni Jedi: Mark Hamill (che interpreta Luke Skywalker), Ewan McGregor (Obi-Wan Kenobi), Samuel Jackson (Mace Windu), Liam Neeson (Qui-Gon Jinn), Hayden Christensen (Anakin Skywalker) e Ashley Eckstein (Ahsoka Tano).

John Williams, il musicista e compositore, compare nel film quando i protagonisti entrano in un locale sul pianeta Kijimi (Oma Tres, anagramma di “maestro”, l’anziano con la barba che li guarda prima che la telecamera si sposti altrove).

Diversi spettatori hanno notato che la voce del droide D-O sembra quella del regista Abrams.

Nelle ultime scene compaiono il pilota Wedge Antilles (interpretato da Denis Lawson), gli Ewok (orsetti pucciosi), e un gruppo di Jawa.

Verso la fine del film una comandante della Resistenza consegna a Chewbecca una medaglia d’oro.
Anni fa George Lucas, il creatore della saga, disse che “le medaglie non contano molto per gli Wookiee” (la specie di Chewbecca). Per Peter Mayhew, l’attore che interpretò Chewbecca nella trilogia originale e morto qualche mese fa), le vere ragioni erano che: “o non avevamo abbastanza soldi per comprarmi una medaglia, oppure Carrie Fisher era troppo bassa per raggiungere il mio collo“.

Come guardare i film della saga “in ordine”?

Se sei per la prima volta alle prese con la saga di fantascienza più famosa della storia, e non sai quale ordine seguire, sei nel posto giusto. Ma sappi che esistono 3 scuole di pensiero e quindi tre diversi elenchi: “canone ufficiale“, “ordine di uscita al cinema“, e “Machete Order“.

La saga di Star Wars secondo il “Canone Ufficiale”:
  • Star Wars Episodio I: La Minaccia Fantasma
  • Star Wars Episodio II: L’Attacco dei Cloni
  • Star Wars Episodio III: La Vendetta dei Sith
  • Solo: A Star Wars Story
  • Rogue One: A Star Wars Story
  • Star Wars: Episodio IV: Una nuova speranza
  • Star Wars Episodio V: L’Impero colpisce ancora
  • Star Wars Episodio VI: Il Ritorno dello Jedi
  • Star Wars Episodio VII: Il Risveglio della Forza
  • Star Wars Episodio VIII: Gli Ultimi Jedi
  • Star Wars Episodio IX: L’ascesa di Skywalker
La saga di Star Wars secondo l’ordine in cui sono usciti al cinema:
  • Una nuova speranza (IV, 1977)
  • L’Impero colpisce ancora (V, 1980)
  • Il Ritorno dello Jedi (VI, 1983)
  • La Minaccia Fantasma (I, 1999)
  • L’Attacco dei Cloni (II, 2002)
  • La Vendetta dei Sith (III, 2005)
  • Il Risveglio della Forza (VII, 2015)
  • Rogue One (2016)
  • Gli Ultimi Jedi (VIII, 2017)
  • Solo (2018)
  • L’ascesa di Skywalker (IX, 2019)
La saga di Star Wars secondo il “Machete Order”:
  • Una nuova speranza (IV, 1977)
  • L’Impero colpisce ancora (V, 1980)
  • L’Attacco dei Cloni (II, 2002)
  • La Vendetta dei Sith (III, 2005)
  • Il Ritorno dello Jedi (VI, 1983)

Potrebbero interessarti anche questi articoli: