Interpol: biografia, recensione, discografia e foto

Cerchi informazioni sul tuo gruppo o artista musicale preferito? Qui trovi biografia, discografia e approfondimenti sugli Interpol

Interpol: biografia, recensione, discografia e foto
Gli Interpol sono un gruppo musicale indie rock statunitense di New York formato nel 1998.

Biografia

Il nome della band non è legato all’Interpol, l’organizzazione anticrimine mondiale, ma è invece un soprannome dato al cantante Paul Banks durante la sua adolescenza.

La loro musica è spesso considerata una reinterpretazione moderna della new wave con influenze evidenti da gruppi come Joy Division, The Cure, The Chameleons e Television.

La band, attiva dal 1998, era inizialmente composta da Daniel Kessler e il primo batterista Greg Drudy. Tuttavia, il gruppo ha guadagnato notorietà solo dopo l’arrivo di Sam Fogarino (sostituendo Drudy alla batteria), il bassista Carlos Dengler e il cantante Paul Banks.

Nel 2001, gli Interpol hanno intrapreso il loro primo tour in Inghilterra. L’anno successivo è stato pubblicato il loro album di debutto, “Turn On the Bright Lights“.

In breve tempo, gli Interpol sono diventati un fenomeno indie di grande successo e tutte le loro date hanno registrato il tutto esaurito.

Il successivo album degli Interpol, intitolato “Antics” e pubblicato nel settembre 2004, viene considerato il risultato di un periodo di riposo dopo un lungo tour durato tutto il 2003. Questo album viene interpretato come un’evoluzione del gruppo newyorkese verso sonorità più ricche, intime e ballabili. Dopo la pubblicazione di “Antics“, gli Interpol hanno composto una canzone appositamente per la colonna sonora della serie televisiva americana “Six Feet Under“, intitolata “Direction“.

Nel luglio 2007, gli Interpol hanno pubblicato il loro terzo album, “Our Love to Admire“, preceduto dal singolo “The Heinrich Maneuver“. Questo è il primo lavoro degli Interpol con una major discografica, la Capitol Records, che è una sussidiaria della EMI, ed è anche il primo album che non è stato completamente autoprodotto dalla band.

Il 7 settembre 2010 (13 settembre nel Regno Unito) è stato pubblicato l’omonimo quarto album della band Interpol. Il lavoro è stato preceduto dal rilascio gratuito su Internet del primo singolo promozionale, “Lights“, con un link esclusivo per gli iscritti alla newsletter ufficiale. Il primo singolo commerciale, “Barricade“, è stato pubblicato il 3 agosto. Questo album segna la partecipazione finale di Dengler, che aveva annunciato alcuni mesi prima la sua decisione di lasciare la band per dedicarsi ad altri progetti. Nel comunicato, i membri rimanenti hanno descritto la separazione come “amichevole” e hanno spiegato che non verrà sostituito in modo permanente, ma durante i concerti dal vivo potrebbero esserci vari musicisti alternati. Nel tour promozionale dell’album, il basso è suonato da David Pajo (ex-Slint). Nel febbraio 2011, David Pajo ha annunciato che non avrebbe suonato più in tour con la band per dedicare più tempo alla sua famiglia. Brad Truax (ex Animal Collective) è il bassista attuale per le esibizioni dal vivo.

Il 5 giugno 2014, gli Interpol hanno annunciato i dettagli del nuovo album. “El Pintor“, il quinto album della formazione, è uscito il 9 settembre 2014 ed è stato scritto e prodotto dalla band stessa. È stato registrato a New York presso gli Electric Lady Studios e gli Atomic Sound, sotto la supervisione di James Brown (Foo Fighters, Arctic Monkeys), con Alan Moulder (My Bloody Valentine, Nine Inch Nails) al missaggio e Greg Calbi al mastering. Nel processo creativo hanno partecipato Brandon Curtis (The Secret Machines) alle tastiere, Roger Joseph Manning, Jr. (Beck) alle tastiere in “Tidal Wave” e Rob Moose (Bon Iver) alla viola e al violino in “Twice as Hard“.

Note

  • Paese d’origine: Stati Uniti
  • Genere: Indie rock, Rock alternativo, New wave, Post-punk revival
  • Periodo di attività: 21997 – in attività

Formazione attuale

  • Paul Banks: voce, chitarra
  • Sam Fogarino: batteria
  • Daniel Kessler: chitarra

Ex componenti

  • Greg Dudy: batteria (1997-2000)
  • Carlos Dengler: basso, tastiere (1998-2010)

Discografia Interpol

Album in studio

  • 2002 – Turn On the Bright Lights (Matador Records)
  • 2004 – Antics (Matador Records)
  • 2007 – Our Love to Admire (Capitol Records)
  • 2010 – Interpol (Matador Records)
  • 2014 – El Pintor
  • 2018 – Marauder (Matador Records)
  • 2022 – The Other Side of Make-Believe (Matador Records)

EP

  • 2000 – Fukd I.D. #3 (Chemikal Underground)
  • 2001 – Precipitate EP (autoprodotto) – disponibile in due versioni: copertina bianca e copertina rosa
  • 2002 – Interpol EP (Matador Records)
  • 2003 – The Black EP (EMI)
  • 2005 – Remix EP (Matador Records) – inizialmente disco bonus di una ristampa di Antics
  • 2007 – Live EP (Capitol Records) – inizialmente disco bonus di una ristampa di Our Love to Admire
  • 2011 – Try It On – secondo album di remix
  • 2019 – A Fine Mess

Singoli

  • 2003 – PDA
  • 2003 – Obstacle 1
  • 2003 – Say Hello To the Angels
  • 2004 – Slow Hands
  • 2005 – Evil
  • 2005 – C’mere
  • 2007 – The Heinrich Maneuver
  • 2007 – Mammoth
  • 2007 – No I in Threesome
  • 2008 – Rest My Chemistry
  • 2010 – Lights
  • 2010 – Barricade
  • 2014 – All The Rage Back Home
  • 2014 – Ancient Ways
  • 2014 – Twice As Hard
  • 2014 – My Desire
  • 2014 – Everything is wrong
  • 2018 – The Rover
  • 2022 – Toni
  • 2022 – …Something Changed
  • 2022 – Fables