Mercy Brown, la vampira del Rhode Island

Il caso di Mercy L. Brown la vampira fu un presunto caso di vampirismo avvenuto nello Stato americano del Rhode Island (Stati Uniti d’America), nel 1892

Mercy Brown, la vampira del Rhode Island
Mercy Brown, la vampira del Rhode Island. Nella seconda metà del XIX secolo, la famiglia Brown di Exeter, Rhode Island, fu colpita da una serie di tragedie. La tubercolosi, all’epoca chiamata “tisi“, uccise la madre Mary Eliza e la figlia maggiore Mary Olive. Quando anche Mercy e il figlio Edwin si ammalarono, la superstizione popolare iniziò a serpeggiare tra gli abitanti del villaggio.

Nel New England del XIX secolo, la credenza nei vampiri era ancora diffusa. Si pensava che i morti potessero tornare a tormentare i vivi, causando malattie e disgrazie. Nel caso dei Brown, la morte di Mary e Mary Olive era vista come la prova che uno di loro era diventato un vampiro.

Nel gennaio del 1892, Mercy morì all’età di 19 anni. Suo padre George, convinto dalle pressioni della comunità e dai suoi stessi dubbi, diede il permesso di riesumare il corpo di sua figlia per eseguire un rituale di esorcismo.

Il 17 marzo 1892, il corpo di Mercy fu riesumato. Al contrario di quelli di Mary e Mary Olive, che mostravano i segni della decomposizione, il corpo di Mercy era sorprendentemente intatto. La pelle era tesa, le unghie e i capelli sembravano cresciuti e lo stomaco era gonfio. Questi dettagli, che all’epoca alimentarono la superstizione, possono essere spiegati con il processo di decomposizione.

Nel tentativo di liberare Mercy dalla maledizione del vampirismo, George Brown le trafisse il cuore con un paletto di legno. Il suo cuore e il suo fegato furono bruciati e le ceneri mescolate con acqua per creare un tonico da far bere a Edwin, nella speranza di guarirlo dalla tubercolosi.

Edwin morì due mesi dopo, lasciando la famiglia Brown ancora più devastata. Il caso di Mercy Brown divenne un esempio emblematico del panico sui vampiri che attanagliava il New England in quel periodo.

La storia di Mercy Brown ha avuto un impatto significativo sulla cultura popolare. Bram Stoker, l’autore di Dracula, potrebbe aver tratto ispirazione da questa vicenda per il personaggio di Lucy Westenra. Il caso è stato anche ripreso in diversi racconti, romanzi e film.