La Casa infestata di Amityville

La casa di 112 Ocean Avenue ad Amityville (New York) divenne il luogo di un brutale omicidio, quando uno dei figli della famiglia DeFeo, Ronald “Butch”, uccise 6 membri della sua famiglia

La Casa infestata di Amityville
La Casa infestata di Amityville. La Casa di Amityville è uno degli enigmi più celebri e inquietanti nel panorama dei fatti misteriosi. Situata al 112 di Ocean Avenue, Amityville, New York, questa residenza ha lasciato un’impronta indelebile nella storia dell’occulto e dell’insolito.

La storia di questa casa è intrisa di oscurità e drammatici eventi. Nel 1974, una tragica notte, sei membri della famiglia DeFeo persero la vita sotto circostanze ancora oggi avvolte da un alone di mistero. Il figlio maggiore, Ronald DeFeo Jr., fu accusato e condannato per questi omicidi, sostenendo che una “voce” lo avesse spinto a compiere l’atroce gesto.

Tuttavia, il vero e proprio interesse per la Casa di Amityville nacque nel 1977, quando la famiglia Lutz acquistò la proprietà e vi si trasferì. I Lutz sperimentarono una serie di eventi inspiegabili e terrificanti che li costrinsero a fuggire dalla casa dopo appena 28 giorni. Le loro testimonianze includevano visioni, voci, spostamenti di oggetti e manifestazioni paranormali che alimentarono l’attenzione dei media e scatenarono un acceso dibattito sulla veridicità dei fatti.

Le indagini e gli studi sul caso di Amityville hanno suscitato interesse a livello internazionale. Esperti del paranormale, investigatori e scrittori hanno cercato di penetrare nell’oscura storia della casa, cercando spiegazioni razionali o conferme di presenze soprannaturali.

Oggi, la Casa di Amityville rimane una delle location più celebri nel mondo dei fenomeni paranormali e delle case infestate. Sebbene alcune controversie e teorie abbiano circondato la storia, il fascino e l’aura di mistero che avvolgono questa dimora persistono, attirando appassionati di tutto il mondo e alimentando l’immaginario collettivo legato ai fatti misteriosi.

La storia della Casa infestata di Amityville

La Casa infestata di Amityville. La Casa di Amityville è uno degli enigmi più celebri e controversi nel mondo dei fenomeni paranormali. Situata al 112 di Ocean Avenue, Amityville, New York, questa casa ha guadagnato fama a livello mondiale a causa di una serie di eventi inspiegabili che sarebbero avvenuti nel 1974.

La storia che circonda questa casa è legata a un tragico omicidio di famiglia, quando Ronald DeFeo Jr. uccise sei membri della sua famiglia nel corso di una notte. Tuttavia, la vicenda non finisce qui. Dopo soli 13 mesi, la casa fu nuovamente al centro dell’attenzione quando la famiglia Lutz, i nuovi proprietari, riferì di strani fenomeni paranormali.

I Lutz sostennero di aver subito presunte manifestazioni paranormali, come voci misteriose, ombre inquietanti e un’atmosfera opprimente. Affermarono anche di aver visto figure spettrali e di essere stati soggetti a comportamenti anomali durante la loro permanenza nella casa. Le loro esperienze hanno alimentato un vivace dibattito tra scettici e credenti nel paranormale.

La storia della Casa di Amityville è stata oggetto di numerose indagini, libri e film. Nonostante le controversie e i dubbi, la casa rimane un punto di riferimento nel mondo dei fatti misteriosi e delle case infestate. La sua fama è tale che continua a essere oggetto di studio e dibattito, suscitando l’interesse di appassionati di misteri e fenomeni paranormali in tutto il mondo.

La storia della Casa infestata di Amityville

La casa di 112 Ocean Avenue ad Amityville, New York, è una residenza in stile coloniale olandese costruita negli anni venti. Nel 1974, la casa divenne il luogo di un brutale omicidio, quando uno dei figli della famiglia DeFeo, Ronald “Butch”, uccise sei membri della sua famiglia.

L’anno successivo, la famiglia Lutz si trasferì nella casa ma fuggì terrorizzata solo 28 giorni dopo, sostenendo che la casa fosse infestata.

Questi eventi hanno dato luogo ad un’abbondante produzione di storie sul presunto paranormalismo demoniaco, con romanzi come “Orrore ad Amityville” (1977) di Jay Anson e “Murder in Amityville” (1979) di Hans Holzer, seguiti da una serie di film horror ambientati ad Amityville.

Storia

La casa di Amityville non è stata costruita su vecchi cimiteri di nativi americani o abitazioni di streghe, come alcuni suggeriscono, ma faceva semplicemente parte delle proprietà dei coloni irlandesi del XVII secolo nella vicina Huntington. La casa attuale fu costruita nel 1924 per John Moynahan e la sua famiglia, e fu eretta sulle rovine di una casa preesistente, che fu spostata poco lontano. Altre case simili furono costruite nello stesso stile come parte di un vasto quartiere residenziale vicino alla Grande Baia Meridionale di Amityville, non lontano da Amity Harbor sulla costa meridionale di Long Island.

La casa fu venduta ai coniugi Joseph e Mary Riley nel 1960 dalla figlia dei Moynahan, Eileen Fitzgerald. Nel 1965, i Riley a loro volta la vendettero ai DeFeo, una famiglia cattolica di origini italiane di Brooklyn, composta da padre, madre, tre figli e due figlie. Uno dei figli, Ronald, era noto per il suo comportamento violento e asociale e faceva uso di droghe. Inoltre, aveva continue liti con il padre che minacciava spesso di ucciderlo. Il 13 novembre 1974 alle 3:15 del mattino, il ventitreenne Ronald DeFeo Jr. uccise tutti i membri della sua famiglia con un fucile.

Il 18 dicembre 1975, la famiglia Lutz, composta dal marito, dalla moglie e dai tre figli di lei, entrò nella casa appena acquistata. Tuttavia, dopo soli 28 giorni di permanenza, il 14 gennaio 1976, l’intera famiglia fuggì terrorizzata nel cuore della notte.

Il 24 febbraio 1976, i demonologi Ed e Lorraine Warren, accompagnati da una troupe televisiva, iniziarono a condurre studi nella casa. Ed Warren afferma di aver avvertito presenze terrificanti nel seminterrato.

Il 6 marzo 1976, i Warren ritornarono nella casa insieme a un team di esperti del paranormale e reporter. Durante una seduta spiritica, una persona si sentì male e uscì dalla stanza, mentre un’altra lamentò un attacco di tachicardia. Intorno alle 3:15, si tenne un’altra seduta in una stanza al piano superiore dove, secondo i Warren, la presenza demoniaca era più intensa. Lorraine affermò di percepire un’entità così spaventosa che sembrava provenire dalle profondità della terra.

Il 13 gennaio 1977, il professor Hans Holzer, un esperto di paranormale, insieme alla medium Ethel Johnson Myers, visitò la casa. La medium ipotizzò che la casa fosse stata costruita su un cimitero di nativi americani. Il 18 marzo 1977, Jim e Barbara Cromarty acquistarono la casa e, per tenere lontani i curiosi, cambiarono il suo indirizzo in 108, Ocean Avenue, e la ridipinsero completamente di bianco. Tuttavia, la casa continuò ad attirare numerosi turisti, tanto che i Cromarty furono costretti ad abbandonare il luogo e lasciare la casa vuota dal 1979 fino al 1987, quando riuscirono a venderla.

Il 17 agosto 1987, la casa fu venduta ai coniugi Peter e Jeanne O’Neil a un prezzo significativamente più alto, che non era direttamente correlato alla sua fama nell’ambito dell’horror, ma piuttosto alle migliorie e alle ristrutturazioni eseguite dai Cromarty, nonché all’incremento generale del mercato immobiliare a Long Island. Gli O’Neil decisero di sostituire le celebri finestre a forma di quarto di cerchio del terzo piano con finestre quadrate tradizionali e riempirono la vecchia piscina dei DeFeo, ormai inutilizzata, con terra. I coniugi O’Neil vissero lì per dieci anni senza particolari problemi, e nel tempo diminuì anche l’interesse dei curiosi per la casa.

Successivamente, il 10 giugno 1997, Brian Wilson acquistò la casa dagli O’Neil e fece eseguire lavori strutturali per rafforzare il ripostiglio delle barche, oltre ad aggiungere un solarium sul retro della casa. Nel 2010, infine, la casa fu acquistata a un prezzo tre volte superiore rispetto agli anni ’90 da Caroline e David D’Antonio, quest’ultimo membro della Società di Storia e Museo di Amityville.

Eventi insoliti legati alla casa
Secondo Ronald DeFeo Jr.

Secondo quanto riferito da Ronald DeFeo Jr. durante il processo e in numerose interviste, si verificarono diversi eventi insoliti durante gli anni trascorsi nella casa:

Le tubature della casa scoppiavano spontaneamente.
Si dice che un giorno il padre contattò un prete per eseguire un esorcismo nella casa, durante il quale le porte iniziarono a sbattere e le candele a tremare.
Nella notte in cui Ronald DeFeo Jr. sterminò la sua famiglia, nessuno, né i familiari, né il cane, né i vicini di casa, sentì il rumore degli spari del fucile. Fino ad oggi non è stato ancora scoperto come ciò sia stato possibile, ma è stato confermato che i membri della famiglia DeFeo non erano drogati o narcotizzati e che Ronald non utilizzò un silenziatore
.

Secondo i coniugi Lutz

Subito dopo l’acquisto della casa, la signora Lutz decise di chiamare un prete di nome Padre Ralph Pecoraro per benedire la dimora. Durante il rituale di benedizione di una stanza al piano superiore, il prete fu colpito da qualcosa di invisibile e udì una voce urlargli di andarsene.

La casa fu infestata da odori misteriosi e sgradevoli che sembravano provenire da nessuna parte.
Una strana sostanza verde e gelatinosa iniziò a fuoriuscire dalle pareti, lasciando tutti perplessi.
L’acqua proveniente dai tubi del water sgorgava nera, un fenomeno del tutto inusuale.
Sciame di mosche venivano spesso scoperti nella stanza da cucito, il luogo in cui Padre Ralph Pecoraro aveva sentito la minacciosa voce che lo esortava ad andarsene.
Strane gocce nere, simili a muco nasale, colavano dai fori delle serrature, aggiungendo al clima di inquietudine.
George iniziò a svegliarsi puntualmente ogni notte alle 3:15, l’ora in cui avvenne l’omicidio dei DeFeo, i precedenti proprietari della casa.
Kathy iniziò ad essere tormentata da incubi e durante uno di essi rivisse vividamente la morte della signora DeFeo. Sorprendentemente, Kathy riuscì anche a descrivere con precisione i punti di ingresso e uscita dei proiettili che colpirono la donna.
I bambini cominciarono a litigare in maniera violenta tra di loro.
Si udirono passi provenire da diverse parti della casa.
Nel cuore della notte, si sentiva la porta principale sbattere.
Quando i Lutz invitavano persone nella loro nuova casa, molti degli ospiti furono testimoni di questi strani rumori. Dalla cucina si sentivano passi che si spostavano per tutto il piano superiore: “Chiedevamo loro se avevano sentito i passi e poi andavamo al piano superiore per controllare, trovando i bambini addormentati.”
Un amico dei Lutz consigliò loro di aprire tutte le finestre e poi di passeggiare per la casa con un crocifisso recitando preghiere. I Lutz decisero di provare, ma mentre pregavano, udirono voci che urlavano loro di smetterla.
Un giorno, mentre si trovava in cucina, Kathy sentì improvvisamente una presenza abbracciarla dalla schiena.
Kathy affermò di aver visto qualcuno o qualcosa spiare dalla finestra durante la notte.
Ombre furono avvistate muoversi per la casa.
A un certo punto, George e Kathy notarono che la loro figlia Missy aveva iniziato a interagire con un’amica immaginaria di nome Jodie. La bambina descriveva Jodie come un grosso maiale.
Una notte, George entrò nella stanza di Missy e vide degli occhi rossi che lo osservavano dall’esterno della finestra. La mattina successiva trovò le impronte di un grosso maiale nella neve.
Per due notti, George si svegliò e vide sua moglie levitare.
Per tre volte George udì il suono di numerosi strumenti musicali provenire dal salone durante la notte. Si affrettò ad scendere nel salotto e, accendendo la luce, rimase horrorizzato nel vedere che tutti i mobili erano stati spostati contro le pareti e il tappeto era stato arrotolato come se si fosse voluto fare spazio per una banda di musicisti o ballerini.
Gli eventi che si verificarono nell’ultima giornata nella casa sono ancora confusi. George Lutz ha sempre rifiutato di parlare di quel giorno e a coloro che hanno cercato di fargli raccontare ciò che accadde, ha risposto invariabilmente: “Le cose che accaddero quel giorno non sono mai state dette. Non dovrebbero mai essere dette.” Tuttavia, alcune informazioni sono trapelate: la temperatura all’interno della casa oscillava da un freddo gelido a un caldo torrido, si udivano strani rumori e le pareti interne sembravano muoversi emettendo lamenti. Inoltre, George incrociò una figura incappucciata al secondo piano che si alzò in piedi senza muoversi, puntandogli addosso
.

Secondo i coniugi Warren

Secondo gli sposi Warren, nella cantina Ed vide delle ombre che avevano migliaia di puntini di luce.
Queste ombre cercarono di farlo cadere a terra.
Ed si aggrappò alla sua fede religiosa per resistere all’attacco delle ombre e comandò allo spirito di andarsene.
Immediatamente provò una sensazione di qualcosa che cercava di sollevarlo da terra e capì con certezza che quella casa era veramente malvagia.
Lorraine fu presa dal panico ancor prima di entrare nella casa e si mise in contatto in anticipo con alcuni amici preti chiedendo loro di accompagnarla “spiritualmente” nella casa.
Mentre saliva al secondo piano, Lorraine avvertì una potentissima ondata di forza che la colpiva, mentre l’atmosfera diventava opprimente.
Quando entrò nella stanza di Missy Lutz, Lorraine, grazie ai suoi poteri di chiaroveggenza, capì che erano stati lasciati gli stessi mobili che c’erano quando furono assassinare le sorelle DeFeo.
Al terzo piano, Lorraine vide lo spettro di Ronald Joseph DeFeo Sr. Questo incontro fu così spaventoso e inquietante da convincerla che non c’era nulla da fare per aiutare o espellere lo spirito dalla casa
.